Palermo Pulita e Coni insieme per ripulire la Palazzina Cinese.

Palazzina Cinese - ninniricotta_photoDopo la spiaggia di Vergine Maria è toccato ai giardini della Favorita. Grande partecipazione di famiglie con bambini che hanno potuto scorrazzare nel verde pubblico senza le auto. Prossimo appuntamento alla prima domenica di giugno

Palermo, 6.5.2013 – Ed in attesa che l'amministrazione comunale faccia ripulire la città dai cumuli di immondizia dalle vie cittadine, domenica nel Parco della Favorita secondo appuntamento della manifestazione “Palermo pulita”. Con lo slogan “portiamo sacchi resistenti, guanti e sorriso” il Comitato Palermo Pulita, ha invitato i palermitani a ripulire il giardino di fronte la Palazzina Cinese dopo che il mese scorso era toccato alla spiaggia di Vergine Maria. A far da cornice all'evento il Coni che si è occupato delle attività sportive. Tante le tante famiglie che, grazie alla magnifica giornata di sole ed alla chiusura al traffico della piazza, hanno portato i bambini a scorrazzare con pattini pattini e biciclette senza il pericolo del passaggio delle auto.

Palazzina Cinese - ninniricotta_photoIdeatrice della manifestazione è Oceanene Baudoun, francese sposata con un palermitano: “L'idea è nata otto anni fa leggendo una ricerca secondo la quale in un posto pulito la gente tende a tenerlo pulito, mentre quando lo stesso luogo è sporco, la stessa gente tende a sporcarlo ulteriormente. Così ho iniziato da sola a pulire, poi ho pensato che riuscendo a coinvolgere altre persone avremmo potuto fare una maggiore raccolta e quindi un mondo più bello. Adesso, grazie alla collaborazione di altre associazioni, abbiamo potuto realizzare questa manifestazione.”

Vincenzo Figuccia, deputato regionale, ha creduto nell'iniziativa di Oceane Baudoun e si è atto promotore di un disegno di legge per la valorizzazione e la promozione delle aree protette, delle riserve naturali, delle ville e dei giardini: “Ci sono degli spazi cittadini che sono stati ben conservati ma al punto da essere dimenticati. Per promuovere il disegno di legge, ho preso spunto dall'idea dei cittadini che hanno deciso di riappropriarsi della propria città. È un peccato che di notte la Palazzina Cinese è invasa da sacche di delinquenza ed utilizzata per la prostituzione. Vedere oggi i palermitani impegnarsi a recuperare i propri spazi, ci spinge a continuare questa iniziativa anche nei prossimi mesi”.
    
“Abbiamo aderito alla manifestazione – dice Toni Enea, presidente del Comitato il Nuovo Cittadino - perchè vogliamo far vedere che i cittadini, in questo momento di difficoltà per la raccolta rifiuti a Palermo, siamo disponibili a collaborare con la pubblica amministrazione per il bene della nostra città.”
    
Palazzina Cinese - ninniricotta_photoSandro Oliveri, tiene a precisare che partecipa all'evento in veste di imprenditore, nel settore della raccolta rifiuti, ma soprattutto di cittadino: “Iniziative di questo genere, devono sempre più coinvolgere la cittadinanza. Il problema dei rifiuti deve essere trasformato in risorsa, così come è stato fatto nelle città del nord Italia.”
    
“Con il motto 'partecipa anche tu' – dice Sabrina Figuccia, Presidente dell'Associazione Aion – vogliamo coinvolgere la cittadinanza a riappropriarsi dei luoghi simbolo di Palermo”.

Ed infatti, sono proprio tanti i palermitani che, armati di sacco e guanti, partecipano alla manifestazione sgombrando dai rifiuti i viali antistanti la Palazzina Cinese. “Corro dentro il Parco della Favorita da quando avevo sedici anni – dice Fabio Castiglione - e partecipare a questa manifestazione aiutando a ripulire questo luogo è il minimo che possa fare per fermare lo scempio a cui assisto giornalmente.”
    
La manifestazione si svolgerà la prima domenica di ogni mese e vedrà, di volta in volta, ripuliti luoghi che sono patrimonio della città di Palermo.

Ninni Ricotta

Leggi l'articolo su gdmed.it

 

<p

 

Palazzina Cinese - ninniricotta_photo